Il Convento a guardia della Franciacorta

Lo si vede percorrendo l’autostrada Milano-Brescia in lontananza e dolcemente poggiato sulla linea d’orizzonte delle ultime Prealpi che s’affacciano sulla piana è il convento dell’Annunciata  dei Servi di Maria a Rovato, costruito sul monte Orfano, così chiamato perché sembra un avanzo di collina  isolato  a guardia della Franciacorta che proprio dietro di lui  si articola e si sviluppa. Ubicato in una posizione di incantevole e rara bellezza, nelle giornate particolarmente limpide la vista spazia dagli Appennini fino al Monte Rosa.

affresco dell’Annunciazione di Girolamo Romanino
photocredits Paolo Gerini

Il  Convento è stato eretto nel 1449 da due frati appartenenti all’Ordine mendicante dei frati Servi di Maria, per secoli, assieme all’omonima Chiesa adiacente è stato un punto di riferimento non solo spirituale, ma anche culturale ed artistico per l’intera Franciacorta.

Il loggiato dell’edificio , garbato ed elegante, dall’alto invita ad effettuare una visita, qui si trova uno dei  più antichi vigneti d’Europa e in uno dei luoghi  tra i più mistici e pregnanti della Lombardia in un riassunto architettonico che spazia dagli anni della fondazione nella seconda metà del quattrocento fino al suo completamento barocco, all’interno  di particolare pregio sono i suoi chiostri e gli affreschi presenti ripercorrono la storia del monumento, da interventi quattrocenteschi ancora attardati ad un bel ciclo del Romanino .

Ovunque in questo luogo vi è ricchezza paesaggistica, architettonica, artistica e culturale.

La Famiglia Moretti, da circa 30 anni si prende cura degli antichi vigneti del Convento, nell’agosto 2018 ha invece preso in gestione anche l’intero Convento, approntando lavori di consolidamento e rinnovamento della struttura, con particolare attenzione alla splendida cantina, considerata tra le più antiche della Franciacorta.  Grazie a loro si deve la continuità ed il mantenimento di tutta la struttura e dei  vigneti,  che fanno di questa proprietà un suggestivo e raro esempio di storia, tradizioni e cultura ancora accessibile a tutti.

Cantina, tra le più antiche della Franciacorta.
Photocredits Paolo Gerini

Ancora oggi  è un luogo nel quale vengono accolte  le persone per meditare e pensare  ed il passeggiare nei suoi chiostri  lo lascia  intendere anche al più freddo degli animi , perchè in questo sito emozione, sorpresa e curiosità sono di forte suggestione e qui si assaporano tutti i piaceri.

Block Notes:

Convento della Ss. Annunciata

via Monte Orfano 9/11

25038 Rovato (BS)

Visite guidate su prenotazione.

Per ricevere informazioni scrivere:  d.bellini@terramoretti.it 

oppure

telefonare al numero Tel. +39  389.8368219  in orario d’ufficio

Cantina Bellavista

Condividi

3 thoughts on “Il Convento a guardia della Franciacorta

  • Antonello

    on

    Curiosità da uno storico e amante di questi luoghi!🥂🍾
    In Franciacorta si aveva del vino “Mordace” già nel sedicesimo secolo e vini fermi da sempre, ma solo per consumo locale. La rinnovata nascita dell’enologia in Franciacorta risale alla fine degli anni ’50, quando all’improvviso si assiste ad un riconoscimento delle potenzialità del territorio. Nel ’67 arrivò il riconoscimento della denominazione Franciacorta da parte di un piccolo gruppo di produttori fino a quando, negli anni ’70, imprenditori e manager cominciarono ad acquistare terreni, arricchendo le terre con vigneti da cui produrre in proprio dei vini. Gli anni ’80 segnarono l’arrivo in Franciacorta di imprenditori in cerca di vigneti nuovi o da rimodernare e che ebbero il merito di affidarsi subito a enologi e specialisti del settore. Negli anni ’90 venne costituito il Consorzio volontario e da qui comincia l’era contemporanea della Franciacorta e del Franciacorta DOCG.

  • Nicola

    on

    In Franciacorta, Cantine aperte, eventi,arte e cultura, passeggiate, gite in moto🏍️. … tutta la zona si anima per rendere questa Estate degna di nota!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *