Guida alla Milano Design Week 2022

Ecco una lista di suggerimenti per alcuni eventi, simposi, pop-up store e attivazioni artistiche che animeranno la città meneghina dal 6 al 12 giugno.

Prada frames-formafantasma

Curato da Formafantasma, il duo creativo con base tra Milano e Berlino, Prada Frames: On Forest è un simposio multidisciplinare che avrà luogo nella Biblioteca Nazionale Braidense a Milano e verterà sull’esplorazione delle interazioni tra gli ambienti naturali e il design.
Dal 6 all’8 giugno, la Biblioteca rimbomberà delle riflessioni e dei progetti di insider del settore con un ritmo di due sessioni al giorno, che spazieranno da talk a conversazioni aperte, da dibattiti a letture, da proiezioni a interviste.


Il progetto Multi Form* – Fluidity in Living Spaces di YOOX

La mostra temporanea supportata da YOOX vedrà cinque diverse personalità del design e dell’arte interpretare i concetti di fluidità e mutevolezza attraverso la propria sensibilità creativa. Il progetto collettivo si divide infatti in cinque installazioni firmate da Andrew Ross, Gab Bois, Guendalina Cerruti, Miranda Makaroff e Steve Messam, talenti che seguendo il proprio universo artistico stanno lavorando alla commistione di pratiche, processi e discipline. Il risultato sono opere inedite e oggetti ispirati a queste, un lavoro autoriflessivo che lavora sulla traduzione da opera d’arte a oggetti di design, sfocando le classificazioni che la tradizione impone alla creatività. Il pubblico avrà modo di interagire nella mostra con Floating Room un progetto di Giga Design Studio che permette alle persone di esprimersi su delle pareti digitali. Oltre a questo, potrà partecipare alla talk dell’artista Gab Bois l’8 giugno dalle ore 15.00 e a un talk l’11 giugno, dalle 11.30, moderato da Kristen De la Vallière, ambasciatrice YOOX, curatrice e consulente indipendente, durante il quale verranno affrontati temi che ruotano intorno alla fluidità, al significato di lifestyle per la Gen Z e ai processi creativi dietro alle opere in mostra, visitabile da lunedì 6 a sabato 11 dalle 10.00 alle 20.00, domenica 12 dalle 10.00 alle 13.00.

Mostra di Vibram che celebra le FiveFingers

Vibram Milano Design Week 22 ph Marco Menghini

L’azienda leader nella produzione di suole in gomma per outdoor e lifestyle, che ha appena rifatto il proprio store in Via Raffaello Sanzio a Milano, organizza la mostra one with nature ,twenty years of Vibram FiveFingers per celebrare il suo modello di scarpe più conosciuto: le Five Fingers. Un progetto multidisciplinare che ospiterà una selezione di più di cento prototipi di Vibram FiveFingers per mostrare l’evoluzione del modello a 20 anni dal primo prototipo. L’opening party della mostra dell’8 giugno, dalle ore 19.00 il Vibram Connection Lab di Via Voghera a Milano, vedrà l’artista Will Pegna performare All Terrain Training, utilizzando le Vibram FiveFingers. Visitabile dal 6 al 18 giugno, il progetto presenta anche l’istallazione luci Halo Edition Feel the nature a cura di Mandalaki Studio e una video installazione ideata dallo studio berlinese PWR. Ma non è tutto, perché l’apertura della mostra segnerà anche il lancio della prima pubblicazione sulla storia di Vibram FiveFingers, un volume che sarà solamente il primo di una serie di monografie edite da Capsule, una pubblicazione gemella di KALEIDOSCOPE, in uscita il mese prossimo. In attesa delle prossime uscite, puoi visitare la mostra fino al 18 giugno presso il Vibram Connection Lab di via Voghera 11 a Milano dalle 11.00 alle 19.00.

“IN A BOX”, la mostra di Arthur Arbesser alla Triennale Milano

“IN A BOX” mostra di Arthur Arbesser

Primo progetto di design del designer austriaco, IN A BOX è un’esposizione di oggetti che mixano l’universo saturo ed energico del progettista con il modus operandi del design del prodotto. Il risultato è un universo ibrido composto da clash cromatici e linee sinuose che prenderà luogo dal 3 al 12 giugno alla Triennale di Milano invitando il pubblico a osservare ciò che la sinergia tra discipline può create. Le geometrie e i motivi che contraddistinguono Arthur Arbesser prendono forma fisica in una serie di pezzi unici, giustapposta ai tessuti stampati del brand presentata per la sezione tableware di Arthur Arbesser CASA a settembre 2021.

L’evento “We Will Design” a BASE Milano

Dal 6 al 12 giugno 2022 l’hub culturale milanese presenta la seconda edizione di We Will Design, il laboratorio sperimentale che raccoglie designer internazionali, talenti emergenti e non, istituzioni e istituti per indagare le potenzialità espressive, sociali e politiche del design. Immaginando nuove soluzioni e fruizioni del design, il laboratorio offre uno sguardo privilegiato sugli strumenti, le pratiche e le esperienze di insider del settore che agiscono in risposta alle contraddizioni del presente.

i-D Italy x Chiara Passa c/o Fornasetti Store

i-D Italy , Fornasetti e Chiara Passa

Grazie alla collaborazione tra i-D Italy , Fornasetti e l’opera di Chiara Passa Still Life, presso lo store Fornasetti in via Corso Venezia 21/A sarà allestita un’area dedicata agli oggetti vintage . Dal 7 all’11 giugno dalle 10 alle 20 e il 12 giugno dalle 10 alle 19. Artista visiva nata a Roma che dal 1997, Chiara Passa analizza gli spazi liminali tra fisico e virtuale, utilizzando ad ampio raggio le tecnologie immersive. La sua visione si concretizza in animazioni, net-art, video-installazioni interattive e site-specific e video sculture che utilizzano e incorporano diversi visori 3D. Still Life è uno degli ultimi tasselli di questo percorso artistico, un’app per smartphone presentata. Al centro dell’opera, valori chiave tanto per Chiara quanto per Fornasetti, il loop tra passato e presente, lo scambio tra reale e virtuale e l’attenzione archivistica verso oggetti comuni, intesi come veicoli di un valore storico capace di valicare le epoche e gli stili.

One Block Down x Cassina

L’hub culturale milanese One Block Down collabora con Cassina per interpretare l’iconica sedia Zig Zag dell’architetto olandese e membro del movimento Neoplastico Gerrit T. Rietveld realizzando una collezione inedita di 30 pezzi esclusivi, oggetti che mixano l’eredità progettuale del designer e la filosofia di OBD. Disponibile presso lo store milanese One Block Down durante la Milano Design Week, la collezione viene celebrata anche attraverso un’installazione d’impatto presentata al sesto piano del parcheggio de La Rinascente, un progetto espositivo aperto al pubblico e contraddistinto da una vera e propria piramide di 30 sedie che sfoca le barriere tra arte, design, curatela e architettura.

La collaborazione Toogood x Carhartt WIP

Toogood x Carhartt WIP

Mixando l’identità del progetto sperimentale britannico Toogood a quella di Carhartt WIP, la capsule interpreta linee archetipiche del brand infondendole di nuovi volumi. In occasione del lancio della collaborazione, Spazio Maiocchi ospiterà dal 6 al 12 giugno RE-CUT, un’installazione di tre pupazzi fuori scala che incarnano il processo creativo che sta alla base del progetto, gli stessi manichini saranno in mostra parallelamente anche negli store Dover Street Market e Carhartt di tutto il mondo. La capsule sarà disponibile per l’acquisto online sul sito di Toogood, Carhartt WIP e in alcuni store selezionati. Durante l’evento della Milano Design Week, il pubblico avrà l’occasione di vedere in anteprima anche il nuovo libro di Faye Toogood, Faye Toogood: Drawing, Material, Sculpture, Landscape edita da Alistair O’Neill e pubblicata da Phaidon il 30 giugno.

La mostra “You Don’t Want Space, You Want To Fill It” a Marsèll Paradise

L’ultimo progetto site-specific della curatrice, designer e artista Matylda Krzykowski, che indaga sull’idea e la percezione dello spazio nella cultura contemporanea. You Want To Space, You Want To Fill It di Matylda Krzykowski, comprende opere di artisti, designer, performer e musicisti contemporanei e transdisciplinari che oscillano tra il visivo e performativo, il naturale e l’artificiale, l’umano e l’animale, come tra il tatto e il suono. Presso Marsèll Paradise, in Via Privata Rezia 2. Dal 6 giugno al 15 luglio 2022.

 Street party di Toiletpaper

TOILETPAPER STREET: dreamed with ORGANICS by Red Bull visual

Via Giuseppe Balzaretti in zona di Città Studi non la riuscirete a riconoscere . Questo perché il 9 giugno la via dove ha sede Toiletpaper, la pubblicazione firmata Maurizio Cattelan e Pierpaolo Ferrari, diventerà un’installazione permanente a cielo aperto grazie alla collaborazione tra il progetto editoriale e ORGANICS by Red Bull, i quali hanno affidato il restyling della facciata della sede allo studio di architettura All Out Lab, ai decoratori Maura Boldi, Alessandra Didone, Federica Ghio, Angelo Pennocchio e Alberto Pennocchio. Ovviamente il progetto è più che pop, proprio come la pubblicazione stessa, e per celebrare l’universo Toiletpaper il brand ha organizzato per giovedì 9 giugno, venerdì 10 e sabato 11 giugno uno street party pubblico costellato di performance, live set e video installazioni. Per partecipare, basta aprire le mappe e raggiungere la destinazione.

Approfondimenti: i-Dvice.com – Elle Decor

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *