Silenzioso, mi ritiro a dipingere un quadro

Alessandro Piangiamore

La Galleria Renata Fabbri arte contemporanea di Milano, inaugura la programmazione del 2019 l’11 febbraio alle ore 18.30 con una mostra dedicata ai confini formali e concettuali che definiscono il termine “quadro” nel mondo contemporaneo. La mostra raccoglie una selezione di opere diverse, molte delle quali inedite o riallestite ad hoc per questo progetto, costituita da artisti italiani under 45. “Silenzioso, mi ritiro a dipingere un quadro” è il titolo di un dipinto d’esordio di Mimmo Paladino, che nel 1977 evidenzia la dimensione intima e concettuale del “quadro” e del fare pittura, dopo decenni di sperimentazioni con altri linguaggi e materiali entrati prepotentemente nei territori delle arti visive.

Ogni artista è invitato a proporre opere di grandi e piccole dimensioni, che negli ambienti del piano terra e del piano interrato della galleria sono chiamate a convivere tra loro, relazionandosi con gli spazi. Nessun percorso di ricognizione, ma una verifica, che trasforma un’affermazione  ” Silenzioso, mi ritiro a dipingere un quadro” in un quesito, rilevando alcune tra le possibili vie di questo processo intimo e insieme “pubblico” che appartiene alla pittura. Difatti la mostra intende anche indagare la dimensione propria del fare, attraverso dipinti ma anche mediante installazioni e sculture.

Silenzioso, mi ritiro a dipingere un quadro

a cura di Lorenzo Madaro

Artisti:Thomas Berra, Alessio de Girolamo, Francesco Fossati, Luigi Massari, Alessandro Piangiamore, Alessandro Roma, Alessandro Scarabello.

La mostra rimarrà aperta fino a Sabato 23 Marzo

Renata Fabbri arte contemporanea
via A. Stoppani 15/c – 20129 Milano
Telefono +39 02 91477 463
Email: info@renatafabbri.it

Orari di apertura:
Martedì – Sabato 15.30 / 19.30
Lunedì su appuntamento

Informazioni e fotografie ricevute da Lorenzo Madaro

Luigi Massari, Terza soglia

Condividi

2 thoughts on “Silenzioso, mi ritiro a dipingere un quadro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *