Self Drive in Namibia

 

unconventional_tour spg02 Namibia

On the road oggi  lo si fa in Africa ed esattamente in Namibia con il self drive.

Il self drive è una formula molto diffusa di turismo che permette al viaggiatore di gestire la propria  vacanza in modo autonomo ed elastico.

L’itinerario di massima che viene inizialmente elaborato è solo un’imbastitura  dal quale partire alla scoperta di luoghi ed angoli meravigliosi e sul quale ricamare nuove alternative , secondo i propri gusti, lungo tutto  il percorso.

unconventional_tour Namib Desert Lodge Publicity Shoot

Il fascino del self drive sta nei cieli infiniti, negli spazi sconfinati, nelle strade dove è più facile incontrare animali, anziché incrociare un’altra automobile.

Il self drive è un’avventura soft, che profuma di libertà, un percorso  suggerito e diviso in tappe di diversa durata a secondo dei giorni a disposizione.

 

La Namibia si presta moltissimo  al self drive perché è una zona dell’Africa tra le più facili. Nessun jet leg, malaria free nella gran parte del territorio,  altissimo livello dei servizi e dell’ospitalità grazie a lodge e campi tendati  trai migliori al mondo, inoltre è una meta sicura per chi ha bimbi piccoli, ma  addirittura  consigliata per la qualità dell’aria, quasi priva di umidità, solo il 25%.

La Namibia racchiude  tutto  quello che l’Africa ha da offrire con i suoi innumerevoli paesaggi.

unconventional_tour foto 4 Namibia Afrozapping

 

La ricca  fauna dell’Etosha National Park che offre emozionanti safari, le incisioni rupestri  di Twyfelfontein, le colonie di foche lungo la misteriosa Skeleton  Coast, il deserto del Namib dalle dune color albicocca alte fino 200 metri, la star incontrastata del Paese, considerato tra i paesaggi più scenografici dell’intero continente nero.

 

unconventional_tour afrozapping Immagine 2

I territori selvaggi abitati dalle antiche popolazioni degli Himba e dei Damara, la cittadina di Swakopmund che si affaccia sull’impetuoso Oceano Atlantico  e molto altro ancora perché come ho  già detto  la Namibia offre molte sorprese ovunque sia rivolto il nostro sguardo.

I lodge e i campi tendati  sono super esclusivi, offrono lusso a cinque stelle, durante il giorno tutti propongono walking safari, trekking con guide specializzate e magari una cena romantica  a lume di candela sotto il cielo stellato tra le dune.

La prenotazione diretta può risultare complessa e molto costosa per cui vi consiglio, dato  il numero limitato di lodge e camp  di rivolgervi ad un corrispondente locale  specializzato che sia per l’itinerario in self drive, che per i lodge e camp  possono assicurare assistenza 24 ore su 24.

Al termine di questo viaggio, vi sembrerà di aver visto non uno, ma molti paesi insieme e tornerete a casa con  una sensazione  speciale e meravigliosa che si chiama Africa!

 

BLOCK NOTES

Veicoli:  I veicoli utilizzati sono 4×4 adatti a qualsiasi tipo di terreno, robusti e confortevoli comprensivi delle massime coperture assicurative che coprono anche i vetri, le gomme e la ruota di scorta. Richiesta la carta di credito al ritiro del veicolo.

Patente: Richiesta la patente di guida internazionale,  quella italiana va benissimo, ma in caso di controlli locali, si possono avere dei problemi. Età minima richiesta 25 anni e quella massima 70 anni.

Assicurazione: E’ obbligatorio stipulare un’assicurazione  “MEDICO-BAGAGLIO” prima della partenza.

Formalità di ingresso: Il passaporto deve avere  validità minima di sei mesi. Il visto di ingresso viene rilasciato gratuitamente all’arrivo, dalla dogana  dell’aeroporto di Windhoek ;  è molto importante verificare che tale visto non sia inferiore alla validità del soggiorno nel Paese.

Lingua parlata: inglese

Moneta: la moneta locale è il NAD, dollari namibiani, per il cambio consultare il sito  www.onda.com

Voli: Il volo più rapido è con AIR NAMIBIA fino alla capitale Windhoek. In alternativa  possono essere considerate tutte le compagnie aeree che raggiungono  Johannesbourg, alle quali bisognerà aggiungere più scali, uno sicuramente interno ed uno stopover  europeo.

Vaccinazioni: per i cittadini provenienti dall’Unione Europea, non è richiesta nessuna vaccinazione obbligatoria. La profilassi antimalarica può essere consigliata a coloro che si recano in Namibia nella stagione delle piogge (da novembre ad aprile) e che intendono visitare le zone settentrionali del Paese, particolarmente umide oppure  lungo i fiumi. Negli altri periodi dell’anno, ovvero nella stagione secca, il clima si presenta con giornate fresche e notti rigide, il che non aiuta il prolificare delle zanzare, consiglio a tutti gli interessati di rivolgersi e di consultare comunque l’ufficio d’igiene delle proprie città o le ASL competenti, per avere e ricevere un’adeguata assistenza e spiegazioni in merito.

 

Condividi

One thought on “Self Drive in Namibia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *