Milano, la città delle torri

Da sempre sostengo che Milano sia una città discreta ed è anche una città da scoprire, ci sono bellezze che restano nascoste e non conosciute per i suoi stessi cittadini e che invece sarebbe doveroso fare apprezzare a tutti anche ai turisti.

I grattacieli hanno  trasformato lo skyline di Milano e sono diventati un vero e proprio carattere identificativo della città.
Per chi conosce la storia di Milano sa che questa non è una novità già nel medioevo Milano spiccava per le sue costruzioni che miravano al cielo, le  torri erano uno degli elementi distintivi della città.

Le prime torri di Milano furono costruite dagli antichi romani con funzioni sia militari che  civili.
Dall’epoca romana in poi si continuarono a costruire torri e per molti aspetti, gli ultimi grattacieli proseguono questa tradizione millenaria.
Ma quali sono le torri di Milano? Dove si trovano quelle ancora in piedi? Facciamo una passeggiata e scopriamole insieme!

Torre romana di Porta Ticinese

Torre romana di Porta Ticinese

I resti di Porta Ticinese romana, che si trovano all’angolo di via Torino con via del Torchio, nei pressi del Carrobbio.

La più antica torre di Milano fu edificata nel I secolo a.C. è detta anche “Torre dei Malsani” o “Torraccia”. Attualmente  ciò che rimane della Porta Ticinese romana e si trova nel cortile di uno dei palazzi del Carrobbio.  Si tratta dei resti di una delle due torri della porta che affiancavano l’ingresso, successivamente è stata soprannominata “Torre dei Malsani” perché, persa la sua funzione difensiva, è stata destinata a lebbrosario.

Torre delle mura romane di Massimiano

Torre di Massimiano

I resti si trovano all’interno del cortile del Civico museo aheologico di Milano in C.so Magenta 15.

Forse la torre più celebre di Milano. Risale al III secolo d.C. quando Milano divenne capitale dell’impero e faceva un tempo parte dell’ampliamento delle mura romane voluto da Massimiano. Si trova nel cortile del Museo archeologico di corso Magenta.

Torre dei carceres del circo

Torre dei carceres

I resti di questa torre sono diventati in seguito il campanile della Chiesa di San Maurizio in C.so Magenta 15.

Altra torre del III secolo d.C. situata presso i cancelli delle porte da cui partivano le bighe del circo romano di Milano. I resti di questa torre sono poi diventati il campanile della chiesa di San Maurizio. Si trova anch’essa nel cortile del Museo archeologico.

Torre del Comune

Torre dei Giureconsulti

 

Originaria del XIII secolo  è stata ricostruita nel XVII secolo era la torre dell’orologio che scandiva gli orari ufficiali di apertura e chiusura delle varie  attività. Si trova sopra il Palazzo dei Giureconsulti, di fronte a piazza Mercanti. Alla sua base c’è la statua di sant’Ambrogio la torre è  anche conosciuta con il nome di Torre di Napo Torriani.

Torre dei Meravigli

Torre Meravigli

Costruita nel XIII secolo è oggi incorporata nella Casa dei Meravigli, in via Meravigli .La torre è riconoscibile per la presenza di mattoni rossi a vista ed è stata anche utilizzata come campanile per la chiesa di San Nazaro in Pietrasanta fino ai primi anni del XX secolo quando la chiesa fu demolita.

Torre dei Gorani

Torre dei Gorani

In Via Gorani, 4  faceva parte della Casa Gorani che si trovava tra via Brisa e via Gorani. Del palazzo, andato completamente distrutto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, sopravvivono il portale barocco, qualche muro e la torre.

Torre dei Moriggi

Torre Moriggi

Sempre del XIII secolo fa parte oggi di Palazzo Moriggi, che si trova in via Moriggi angolo via Gorani, la torre era il punto di riferimento per l’unità di cavalleria che presidiava la Contrada dei Morigi.

Torre del Filarete

Torre del Filarete

 

La torre principale del Castello Sforzesco fu inaugurata nel 1452 ma crollò per un’esplosione del “Bombarda” nel 1521. Fu riedificata nel 1905, seguendo fedelmente il progetto originario.

Torre di Bona di Savoia

Torre Bona di Savoia

Torre del 1476 che è stata realizzata nel Castello Sforzesco sotto la reggenza di Bona di Savoia, moglie di Galeazzo Maria Sforza. Quando quest’ultimo morì assassinato, Bona di Savoia si fece costruire una torre, che prese poi il suo nome, nell’area più sicura del castello. Successivamente fu usata anche come carcere.

Insieme ai moderni grattacieli anche le antiche torri di Milano sono un tesoro nascosto ed un elemento distintivo della città che vale la pena esplorare grazie ad una piacevole passeggiata alla scoperta di nuovi punti di vista.

FONTI: Milano Città Stato

 

 

Condividi

3 thoughts on “Milano, la città delle torri

  • Agnese

    on

    Domani mattina andiamo a visitare il Museo Archeologico di Milano così vediamo anche le sue due caratteristiche torri antiche!!!

  • Gabriele

    on

    Per me Milano con le sue torri in vetro é la città più all’avanguardia d’Italia!!!

  • Paolo

    on

    La Milano discreta ed elegante è capace di riservare angoli nascosti da scoprire, Adoro questa città!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *