Bevagna: un viaggio alla scoperta delle antiche tradizioni artigiane medievali.

Hidden spots' tour

gaite

Scene di vita quotidiana tra il 1250 ed il 1350.

 Un viaggio alla scoperta delle antiche tradizioni artigiane medievali.

Un tuffo nel passato per scoprire tecniche e strumenti di lavoro all'interno delle suggestive botteghe medievali di Bevagna situate nel centro storico della città.

Con le Gaite significa immergersi nel passato per scoprire tecniche e strumenti di lavoro all'interno delle suggestive botteghe medievali di Bevagna situate nel centro storico della città.

Maestri dell'arte ed esperti artigiani svelano i segreti degli Antichi Mestieri Medievali: Cartari, Ceraioli, Tessitori e Dipintori mostrano le fasi e gli strumenti di lavoro della loro produzione.
Visite guidate e laboratori permettono ad un pubblico di ogni età di assaporare, conoscere e sperimentare i segreti dell'arte medievale.
Per vivere un viaggio pieno di sorprese, tra prodotti tipici e gioielli di bottega, sospesi continuamente tra i segni di un passato custodito con cura ed una vocazione al futuro tutta nuova.




Validità:   Edizione 2014

 

Durata: 3 giorni e 2 notti
Quota di partecipazione per persona: € 390 a persona in camera doppia
€ 420 in suite superior

Durata: 4 giorni e 3 notti
Quota di partecipazione per persona: € 410 a persona in camera doppia
€ 440 in suite superior

  • 3gg/2 notti
    due notti in BB presso la Residenza D'Epoca L'Orto degli Angeli + una cena nel ristorante Ibis (bevande escluse) visita ai circuiti medievali di Bevagna con guida e biglietto incluso visita ad Assisi o Spello ( visita ad un oleificio) cena in tipico ristorante della zona - Ristorantino il Flamingo
  • 4gg/3 notti
    tre notti in BB presso la Residenza d'Epoca L'Orto degli Angeli + una cena al ristorante Ibis (bevande escluse)+ una cena alla pizzeria della residenza visita Bevagna visita a Montefalco + visita e degustazione ad una famosa cantina produttrice del Sagrantino. visita ad Assisi o Spello
  • full assistance durante i tour per farvi conoscere al meglio gli Hidden Spots del cuore dell'Umbria
  • Viaggio e trasferimenti che avvengono con mezzi propri

3gg - 2 notti

Due notti in BB in Residenza d'Epoca L'Orto degli Angeli + una cena nel ristorante Ibis (bevande escluse) visita ai circuiti medievali di Bevagna con guida biglietto incluso visita ad Assisi o Spello ( visita ad un oleificio) cena in tipico ristorante della zona - Ristorantino il Flamingo

4gg - 3 notti

Tre notti in B&B in Residenza d'Epoca L'Orto degli Angeli + una cena al ristorante Ibis (bevande escluse)+ una cena alla pizzeria della residenza visita Bevagna visita a Montefalco + visita e degustazione ad una famosa cantina produttrice del sagrantino. visita ad Assisi o Spello . full assistance durante le escursioni per farvi conoscere al meglio gli Hidden Spots del cuore dell'Umbria

Soggiorno in residenza d'epoca a Bevagna.

residenza orto degli angeli

L'Orto degli Angeli, splendida residenza d'epoca in Bevagna, cittadina che conserva ancora tutto il suo fascino medievale, Hidden Spot nel cuore dell'Umbria. La residenza d'epoca l'Orto degli Angeli è un elegante palazzo del'600 che si affaccia sui resti di un tempio romano; agli inizi del'700 una famiglia romana imparentata con l'architetto Lorenzo Bernini, si trasferì a Bevagna facendo ristrutturare il palazzo. Ancora oggi questa Residenza conserva ancora intatto il suo fascino, le camere le suite con i loro arredi fanno respirare agli ospiti l'atmosfera del passato.

camera orto degli angeli

L'ottimo ristorante e la pizzeria fanno gustare agli ospiti i sapori di questa terra che rivelano al buongustaio i tesori gastronomici umbri dai sapori intensi e generosi.
Pranzi in tipici ristoranti o cantine durante le escursioni, cena libera o in struttura, con possibilità di una cena in costume medievale alla Residenza.
Questi sono i nostri tours proposti, ma possiamo personalizzare la vostra vacanza.
• Accompagnamento e full assistance durante i tour per farvi conoscere al meglio gli Hidden Spots del cuore dell'Umbria.

La Manifestazione del mercato delle Gaite

Il Mercato delle Gaite trae ispirazione dall'antica divisione di Bevagna (un comune di poco più di 5.000 abitanti della provincia di Perugia. È inserita tra i Borghi più belli d'Italia) in quattro quartieri denominati Gaite su cui si basava l'organizzazione amministrativa della città in epoca medievale.

Lo scopo della manifestazione è quello di ricostruire con la maggiore attinenza storica e dovizia di particolari la vita quotidiana degli abitanti di Bevagna nel periodo compreso tra il 1250 e 1350.

A tal scopo, fin dal 1983 un gruppo di studiosi esamina accuratamente lo Statuto cinquecentesco del Comune di Bevagna da cui sono tratte le informazioni necessarie alla ricostruzione storica della vita politica, amministrativa, economica e sociale. Per dieci giorni, quindi, alla fine di giugno Bevagna fa un tuffo, in questo remoto passato: le antiche botteghe dei mestieri medievali riaprono i loro battenti e riprendono le attività e le strade si popolano di bevanati che in abiti d'epoca vivono la quotidianità dei loro avi mangiando, lavorando, giocando proprio come loro.

Le botteghe medievali ed i segreti degli Antichi Mestieri Medievali

La Cartiera è il luogo di produzione della "carta bambagina", realizzata con polpa derivata dagli stracci. La selezione, la macerazione e la riduzione a poltiglia dei tessuti, l'asciugatura, la collatura e la calandratura finale sono le fasi di lavoro che permettono di creare il foglio di carta.

Il Setificio permette di comprendere il ciclo di produzione della seta, dall'allevamento dei bachi sulle foglie di gelso alla trattura dei bozzoli, fino alla torcitura del filo tramite la grande macchina del "torcitoio".

La Cereria è l'antico laboratorio dove si producono candele in pura cera d'api: la cera viene sciolta in caldaie di rame per essere poi colata su stoppini di canapa. Lentamente la candela prende forma e attraverso un'abile torsione si ottiene il "duplero", singolare manufatto caratterizzato da doppia fiamma e doppia durata.

Nella bottega del Dipintore si sperimentano le fasi della tempera su tavola, tecnica di pittura in cui si utilizzano pigmenti in polvere legati insieme da una sostanza proteica di origine animale: il tuorlo d'uovo.

Edizione 2014

 Il programma quest'anno siè svolto dal 19 al 29 Giugno 2014 ed è stato il seguente:

Il Medioevo Rivive a Bevagna dal 19 al 29 Giugno.

Scene di vita quotidiana tra il 1250 ed il 1350

Il Mercato delle Gaite di Bevagna è una rievocazione della vita quotidiana del medieovo che trae ispirazione dall’antica divisione della città in quattro quartieri, le GAITE appunto – San Pietro, San Giovanni, Santa Maria e San Giorgio – su cui si basava l’organizzazione amministrativa di Bevagna.

Lungo le strade e le piazze vengono allestite le BOTTEGHE DEI MESTIERI MEDIOEVALI – il vasaio, il dipintore, il fabbro, il tintore, lo speziale, il fornaio, la zecca, il setificio, etc. – e all’ora di cena aprono le porte le TRADIZIONALI TAVERNE, in cui è possibile assaporare piatti preparati secondo le antiche ricette regionali.

Momenti particolarmente coinvolgenti della manifestazione sono rappresentati dalla cerimonie di apertura – Giovedi 19 giugno – e di chiusura – domenica 26 giugno – e dalle avvincenti gare tra i quartieri: la gara del mercato, la gara dei mestieri, la gara gastronomica e la gara del tiro con l’arco, che precede la Proclamazione della Gaita Vincitrice.

 

Grande anteprima domenica 12 giugno con IL BANCHETTO MEDIOEVALE organizzato dalla Gaita San Pietro nel suggestivo scenario di Piazza Silvestri (ore 21)

programma dettagliato:

http://www.ilmercatodellegaite.it/programma-gaite-bevagna/


Richiesta preventivo sulla proposta "Bevagna: un viaggio alla scoperta delle antiche tradizioni artigiane medievali. "

Compilando i campi sottostanti invierai una richiesta di contatto direttamente all'operatore

 
 
 

  

 
I testi, le immagini ed i video presenti all'interno del sito www.unconventionaltour.net, salvo quando sia diversamente disposto, possono essere riprodotti a condizione che sia rispettata la loro integrità, sia citata la fonte e non siano utilizzati a scopi di lucro o per trarne qualsivoglia utilità.
Torna su