Gorizia e Nuova Gorica: una città con due nazioni

Gorizia Transalpina foto di TeverePost

Lo sapevate che anche in Italia abbiamo avuto una piccola Berlino, con un confine che tagliava a metà le tombe di un cimitero, oltre a case, strade, giardini e persino stalle?
Parliamo di Gorizia e Nuova Gorica.
Le due città si sono fronteggiate per oltre cinquant’anni, divise e controllate da filo spinato. Venivano considerate l’ultimo lembo orientale italiano e primo avamposto occidentale sloveno. La grande storia europea è passata attraverso questo confine.
L’atmosfera e la sua storia la si percepisce ed è tangibile quando si arriva per la prima volta in Piazza della Transalpina dove non si capisce in che punto finisce l’Italia e dove comincia la Slovenia e viceversa.
Oggi Gorizia e Nuova Gorica, hanno deciso di unire il loro futuro candidandosi insieme a Capitale europea della Cultura per il 2025.

Condividi

One thought on “Gorizia e Nuova Gorica: una città con due nazioni

  • Un pò di tempo fa, attirata dal fatto che Gorizia e Nova Gorica erano state a lungo divise in due città distinte e che si erano solo da qualche anno riunite. pensavo di trovare qualcosa, ovviamente molto più in piccolo, tipo Berlino, ma così non è stato.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *