Apre a Lugano il Museo doganale svizzero a Cantine di Gandria

Il museo delle dogane presenta i compiti dell’AFD, assistente doganale e spiega a cosa servono i confini e le guardie di confine, nel passato sino alle odierne sfide che affronta la dogana svizzera, in un’epoca caratterizzata dal commercio globale e dall’apertura dei confini europei.
Il museo sorge sulla sponda sinistra del lago di lugano a Cantine di Gandria, proprio al confine con l’Ialia. Il modo più semplice per raggiungerlo è via lago.
Il viaggio in battello da Lugano dura circa 25 minuti (fermate Giardino, Centrale o Paradiso). Le imbarcazioni di servizio attraccano direttamente al museo (fermata Museo doganale) o a Cantine di Gandria, da dove il museo è raggiungibile a piedi in pochi minuti.
Dopo questa magica e gradevole passeggiata sul Lago, ecco cosa si può vedere e imparare in questo Museo non convenzionale.

Belle Époque
Venti grandi manifesti dalla Biblioteca nazionale svizzera che raccontano il fascino del turismo nella regione dei laghi di Lugano e Locarno durante la Belle Époque (1880-1915). Un viaggio nel tempo, quando partire in vacanza ancora un privilegio per pochi.

Non è tutto oro quel che luccica
La mostra accompagna i visitatori nel mondo dei contraffattori. Mostra loro chi si cela dietro le contraffazioni e come riconoscerle e spiega perché è sempre meglio comprare un originale.
Esposizione permanente: 1935 chilometri di confine racchiusi in un museo
Sino al 1993, l’edificio dell’attuale Museo delle dogane è stato il posto delle guardie di confine.


La parte storica dell’esposizione mostra sia come vivevano in passato le guardie e le loro famiglie, sia i loro strumenti di lavoro per contrastare il contrabbando. Una collezione di cippi di confine posta nel giardino del museo, corredata di dati storici e spiegazioni sulla creazione del confine svizzero dalla costituzione dello Stato federale nel 1848 ad oggi, completano la rassegna storica della dogana svizzera.
Sorprendenti installazioni e numerosi filmati in più lingue rendono la visita un’esperienza unica per i visitatori di ogni età.
Block Notes:
CANTINE DI GANDRIA LUGANO
6978 Paradiso, Svizzera
Nuovi orari di apertura: 12:00 – 16:00. Chiuso il lunedì (tranne il 29/6/2020). Fino al 18.10.2020
All’interno del Museo sono ammessi max. 12 visitatori alla volta.
I biglietti per il Museo si ottengono alle casse della Società navigazione solo nelle sedi di Lugano centrale e di Paradiso.
I visitatori che si presentano al Museo senza un biglietto potrebbero dover pazientare prima di entrare.
Visite guidate e gruppi esclusivamente su prenotazione e fuori orario.
Adulti: CHF 5.00 / 7.50
Bambini (6-15): CHF 2.50
Scuole: CHF 2.50 (Adulto accompagnatore gratis)
Visite guidate: CHF 150 (CHF 120 per le scuole)
Le riduzioni non possono essere accumulate
Gratis: 0-5; ICOM; AMS-VSM; Swiss Museum Pass; Raiffeisen Members; Swiss Travel Pass

Società di navigazione orari e costi

Possibilità di ristoro
Area picnic nel giardino del museo, in riva al lago.
A Cantine di Gandria, a circa 200 metri dal museo, si trovano due trattorie (prenotazione consigliata):
Grotto Descanso, +41 (0)91 922 80 71
grottodescanso@gmail.com
Grotto Teresa, +41 (0)91 923 58 95
Ristorante Roccabella (a Gandria, sulla sponda opposta del lago di fronte al museo),
+41 (0)91 971 27 22
roccabella.gandria@ticino.com

 

Condividi

One thought on “Apre a Lugano il Museo doganale svizzero a Cantine di Gandria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *